Viaggi

Natale a Disneyland Paris 

8 Gennaio 2016
Disneyland a Natale

Io e mio marito amiamo l’atmosfera natalizia con le sue luci, i canti, gli addobbi e lo stare in famiglia. Per vivere ancora più intensamente questo Natale, con il Filippo un po’ più grande, abbiamo deciso di immergerci nel mondo fatato di Disneyland Paris.

Come è andata? È stata sicuramente una esperienza meravigliosa, ricca di emozioni e tale da rendere tutti noi un po’ bambini.

Cosa c’è di diverso a Disneylsnd per Natale rispetto agli altri giorni dell’anno? Innanzitutto le parate. Alla parata dei carri coi personaggi più amati Disney, quella che potete vedere tutto l’anno, si è aggiunta la parata di Natale. Minnie, topolino e tutti i loro amici indossavano, infatti, abiti da festa e ballavano  e cantavano sulle note delle canzoni natalizie.

A rendere tutto ancora più magico, contribuiva anche la neve che scendeva dal cielo. Da dove uscisse non era dato sapersi, ma era davvero incantevole!! Tra i carri quello più suggestivo era sicuramente il carro con le renne e Babbo natale. La sua barba bianca e allegria nel cantare non potevano che mettere tutti di buon umore.

Altro spettacolo davvero bello è stata la cerimonia di accensione dell’albero. All’ingresso del parco si poteva, infatti, ammirare un maestoso albero, ai cui piedi, Minnie e Topolino, vestiti con eleganti abiti bianchi e oro, cantavano e ballavano, insieme a bravissimi ballerini, fino all’arrivo di Babbo Natale, che dava il via al countdown per l’accensione dell’albero nei suoi vari colori.

Oltre alle due cerimonie potrete vedere l’intero parco vestito a festa, con la neve in alcuni punti, alberelli e addobbi ovunque, che fanno subito festa.

 

Per le amanti di Frozen, come la sottoscritta, si poteva ammirare la carrozza, con i cavalli bianchi, che portava in giro per le vie del parco Elsa e Hannah, sulle note della splendida “let it go”. Io adoro questo momento!!

Dulcis in fundo lo spettacolo finale, con fuochi, luci, danza delle fontane e immagini proiettate sul castello delle principesse. Olaf faceva gli onori di casa, raccontando la storia, filo conduttore allo spettacolo. Io mi commuovo sempre quando lo guardo. Questa volta ho trovato ancora più toccante il momento in cui, dopo aver proiettato le immagini dei monumenti principali dei vari paesi del mondo, è comparsa la scritta pace nelle differenti lingue. Il pensiero è andato alla Francia, alla paura che riesce a toccare anche un posto così puro e innocente come Disneylsnd e a come la vita sarebbe bella senza le brutture dell’uomo.


Lasciando queste tristi riflessioni, vediamo come organizzare il viaggio a Disneyland.

Come organizzare il soggiorno a Disneyland 

Le possibilità sono almeno due. Noi le abbiamo provate entrambe. Si può decidere di alloggiare in uno degli hotel/residence fuori dalla cerchia del parco. Noi abbiamo provato hipark, che propone nelle sue camere anche una zona cucina. I vantaggi di questi hotel (ce ne sono altri come anche l’Adagio, ) sono vari. Innanzitutto sono sicuramente economici, in quanto il prezzo è nettamente inferiore rispetto a quello degli hotel nella cerchia del parco. Se si ha un bimbo piccolo, anche l’avere una cucina a disposizione è un grande vantaggio. Inoltre questi hotel si collocano vicino ad un centro commerciale enorme, un acquario molto carino e un outlet molto rinomato “Val d’Europe”, per cui se volete fare shopping, fare una piccola spesa, come latte, pannolini, saponi ecc., avrete l’imbarazzo della scelta. Ci sono anche vari ristoranti dove andare a cenare o bar per la colazione. Per andare e tornare dal parco potrete usare una navetta gratuita, che passa spessissimo.

Altra possibilità è invece quella di alloggiare nel parco, dove però gli hotel sono piuttosto cari, a meno che non troviate una offerta. Noi, ad esempio, abbiamo trovato una offerta per queste vacanze, comprensiva di mezza pensione, al Sequoia Lodge Hotel, ingresso si parchi per tre giorni e sconto sui voli.

È stato sicuramente molto conveniente e molto comodo, perché l’hotel si trova a 5 minuti a piedi dall’ingresso del parco. Peraltro, essendo dotato di piscina, ci ha permesso di trascorrere qualche ora divertente nella giornata di pioggia del nostro soggiorno.

A parte la comodità estrema, e la vantaggiosa offerta, non mi è parso però che l’hotel sia di qualità così elevata rispetto al costo che richiede.

Il mio consiglio è quindi cercare un’offerta conveniente, altrimenti, soprattutto d’estate, si può valutare una sistemazione nelle strutture fuori dalla cerchia del parco.

Come fare se avete un bimbo piccolo

A volte coi bambini molto piccoli, il problema è trovare un posto dove scaldare la pappa o il latte, dove cambiarli o trovare le pappe. A Disneylsnd il problema non sussiste, perché potrete contare su una zona apposita, dotata di ogni confort, dalla sedia a dondolo per allattare, a fasciatoi e seggioloni è un punto vendita per pappe.
Quindi niente paura sarà tutto molto comodo e semplice!!!

 


Andare a Disneyland è sicuramente bellissimo in ogni momento dell’anno, ma se riuscite, andate assolutamente a trascorrere qualche giorno a Disneylsnd durante il periodo natalizio, ne sarete entusiasti.

Vi lascio intanto il video del nostro viaggio, direttamente dal mio canale YouTube. Se vi piace seguite la mia pagina e il canale > CLICCATE QUI.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply